Gli Allievi del Castelnuovo, felici e vincenti

Gli Allievi del Castelnuovo, felici e vincenti

Una Pasqua al comando della classifica per gli Allievi classe 1999 del Castelnuovo: un risultato difficile da prevedere la scorsa estate, nemmeno un ottimista di natura come l’allenatore Daniele Compagnone lo immaginava. “Sapevo di avere una buona squadra – spiega il mister – ma certamente non di potermi giocare la vittoria del campionato. Eravamo accreditati tra le prime cinque / otto squadre e le favorite erano altre. Li abbiamo sorpresi!”.

Quali sono stati vostri punti di forza? “La società ha lavorato molto bene. Ci sono state alcune partenze ma i miei responsabili hanno trovato i giocatori giusti nei posti giusti. Ho un gruppo di ragazzi eccezionali, che vanno d’accordo sia in campo che nella vita di tutti i giorni, questo aspetto ha facilitato il mio lavoro. Sono ragazzi validi e seri, con valori morali superiori alla media, per la loro età. Ho così potuto lavorare nel modo migliore, senza alcuna pressione dall’esterno ma in un clima di armonia. I risultati sono arrivati di conseguenza. Abbiamo anche inserito alcuni ragazzi del 2000 che hanno dato il proprio contributo”.

Come vede questo finale di campionato? “Siamo in testa alla classifica con quattro punti di vantaggio sul Camaiore. Il Forte dei Marmi si è staccato, per cui sarà un finale a due squadre. Dobbiamo mantenere la concentrazione e vivere partita dopo partita, vincendo almeno quattro gare sulle cinque che ci restano da giocare. Non sarà facile, alla ripresa del campionato andremo sul campo dell’Aullese, poi dovremo incontrare il Marmi Carrara, con cui abbiamo perso all’andata. Nel girone di ritorno abbiamo, comunque, tre punti in più rispetto all’andata. Mi rimane il rammarico per l’incredibile sconfitta casalinga contro il Camaiore, quando dominammo la gara, sbagliando un rigore e colpendo quattro pali, e alla fine fummo puniti casualmente dagli avversari. La mia squadra è in salute e si sta allenando senza soste”.

In un team tutti sono importanti, non soltanto chi gioca, e Daniele Compagnone lo sa bene: “Ringrazio tutti quanti, dalla società che non ci fa mancare niente, dal responsabile Fabio Turri al direttore sportivo Massimiliano Franchi, dai dirigenti Lugenti, Quirici e Poli, al custode del campo Luti e al magazziniere Bacci”.

Fondamentale è stato anche il contributo di mister Gabriele Vanni, che ha sostituito Compagnone, per circa un mese. “Sì, Vanni è stato bravissimo a sostituirmi guidando il gruppo dei ragazzi. Non era facile calarsi in una squadra già assestata che ha continuato a vincere e convincere. Come dire, la mia assenza non si è sentita per niente grazie a mister Vanni!”.

Se la stagione si concluderà come tutti sperano, Compagnone raggiungerebbe un record abbastanza inusuale: quello di vincere nella stessa società, come giocatore del settore giovanile e della prima squadra, e come allenatore dello stesso settore giovanile.

 

Allievi A 1999

Allievi A 1999

 

Potrebbero interessarti anche...